Lettera a G.

Ti ho salutato, oggi pomeriggio. Un bacio sulla guancia, un bacio appena a lato ed uno sulla bocca. Non m’importa più della paura, delle ansie del momento. Non mi fregano. Ho deciso di vincere io. L’altra mattina camminavo per il Centro Storico -dove i sampietrini sembra sempre riescano a portarti da qualche parte, come la strada di mattoni gialli del … Continua a leggere

Le mani

Capita spesso che un paio di belle mani mi scherniscano. Magari sono mani da pianista oppure mani da scrittore in erba. Mi studiano come fossero occhi e mi lasciano intendere quanto la mia incoerenza le farebbe scrosciare in applausi. Ci sono mani che si fanno aspettare. Ci sono mani molto testarde. Ci sono mani che mi fanno voltare indietro. Ci … Continua a leggere

Dimentico i baci

Dimentico i baci che servivano la mia ansia come mamme amorevoli giungono al figlio. Dimentico carezze lotte morbide abbracci solo la domenica, grazie, quando l’ambizione era a riposo. Dimentico parole come pilastri che reggevano il tetto del dolore e sono andate a spegnersi in un pacato mormorio di resa. Dimentico gli sguardi di traverso al tavolo degli amici che sono … Continua a leggere

Sonno

Il fallimento è come una gobba con la stessa gonna larga di vent’anni fa. Tutte le donne di casa mia inciampano nel fardello del nome che portano e spesso hanno disturbi del sonno. Le guardo attraverso la nebbia dei loro occhi pallidi e scopro che i ricordi non marciscono ma si aggirano attorno ad un rifugio fatiscente che ha preso … Continua a leggere

Le campanelle

Ci sono spose che per uno sbaglio sono vedove del proprio destino. Stanno sui tetti come gatte di vetro e si annoiano al mormorio delle tegole rosse. Sai, quelle spose che piangono sulle pietre di riso non sono altro che campanelle stonate su di un campanile d’inverno.  

Sollevazione

  Sollevazione.   L’ho letto, oggi, sul muro scalcinato di una via. Ho pensato:   Sollevato Sollevarsi Alzarsi Rialzarsi Sospiro di sollievo   Sul dizionario trovo: Sollevazione f sommossa, insurrezione. Poi alzo lo sguardo alla riga soprastante e vedo: Sollevarsi i p 1 alzarsi; 2 fig. insorgere; 3 fig. confortarsi.   L’ignoranza gioca brutti scherzi: si lavora di fantasia, si … Continua a leggere

La lunga vita della Rosa

La lunga vita della rosa -come scrisse una volta la poetessa- che aspetta senza angoscia di diventarsene eterna, talvolta scivola sul ripiano lustro di un tavolo di mogano, avvizzita e stanca. Un petalo riarso che si stacca dal boccio non fa rumore, lo so bene; quanti mazzi di rose ho guardato appassire, piegarsi ed arrendersi, per arrivare a questa conclusione. … Continua a leggere